Salvatore Saccone (Percussioni)

Salvatore Saccone Nasce il 08 Gennaio 1993 a Sant’ Agata Militello. Inizia gli studi con la Professoressa Mariagrazia Armaleo, docente del conservatorio “A Corelli” di Messina per poi proseguire sotto da guida del Maestro Franz Minuta, percussionista del teatro V. Bellini di Catania e insegnante del conservatorio Corelli.

Dal 2011 al 2013 ha partecipato ad un corso di Tammorra e tamburello del Maestro Massimo Laguardia.

Dal 2017 fa parte del Corpo bandistico Municipale G.Verdi di Alcara Li Fusi diretto dal maestro Michele Saccone.

Dal 2018 fa parte del decimino di ottoni e percussioni  “Doc Brass Ensemble” formato da studenti del conservatorio di Messina. Ha collaborato con la Filarmonica Laudamo di Messina.

Percussionista del gruppo di  canti popolari “Antichi Suoni” che da anni è impegnato nell’ambito della ricerca, tutela e salvaguardia del patrimonio etno-musicologo avendo come scopo la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio musicale della Sicilia, sia strumentale che vocale polifonico, vanta la collaborazione con  artisti di fama nazionale e internazionale, si esibisce  in gran parte della Sicilia e d’Italia tra cui l’Expo di Milano nel 2015.

Membro attivo sia dell’orchestra fiati che dell’orchestra sinfonica del conservatorio di Messina diretta rispettivamente dai maestri Lorenzo Della Fonte e Bruno Cinquegrani.

Nel 2019 ha partecipato al 10° stage “Corciano in Banda” diretto dal maestro A. Franceschelli e A. Celardi, collaborando con Steven Mead e Chiara Mogini, e il direttore Douglas Bostock.

Vanta collaborazioni con solisti del calibro di  Steven Mead, Joe Lovano, Vincenzo Paci, Chiara Mogini.

Diretto da  Lorenzo Della Fonte, Eugene Migliaro Corporon, Yasuhide Ito, Bruno Cinquegrani, Alessandro Celardi, Andrea Franceschelli.

Ha partecipato a Masterclass di percussioni con Nick Woud, Roland Denes, Giulio Costanzo, Salvator Tarazona, Leonardo Ramadori, Phil Mer.

Dal 2019 insegna Strumenti a Percussione all’accademia Nebroidea “Pentamusa” e collabora con l’orchestra “Pentamusa Wind Orchestra”.